TOMBINI ALLA RISCOSSA, PERICOLI E RIMEDI

ITET "G. Tomasi di Lampedusa", gruppo Stromboli

Esseri dormienti che improvvisamente prendono vita in una danza tumultuosa. Un incanto provocato da precipitazioni d’acqua abbondanti e tanta incuria. I tombini delle strade scoppiano in un “incendio idrico” dalle conseguenze pericolose. Accumulo di detriti, terra, rifiuti, sono le cause principali per cui a Sant’Agata di Militello (ME) ormai da anni, ogni qual volta si manifesta un temporale, i cittadini si trovano a dover fronteggiare strade allagate, corsi d’acqua tra le corsie urbane a causa di tombini otturati e sollevati dall’intensità del getto. Un fenomeno che non interessa solamente gli abitanti delle periferie, che sono spesso costretti, inevitabilmente, a dover rimanere nella propria abitazione, ma rappresenta un pericolo per i veicoli in transito. Sono continue le lamentele da parte dei cittadini, che nonostante le persistenti denunce, non vedono adottare provvedimenti utili da parte del comune santagatese. Il Municipio si giustifica addossando la colpa alle poche risorse finanziarie, che non permettono di poter operare con i mezzi necessari per la pulizia regolare dei tombini. Bisogna far presente che la manutenzione dei tombini avveniva in passato in periodi prestabiliti, gli sbocchi a mare erano ripuliti dai tronchi e dal materiale inerte proveniente dai corsi torrenziali dell’entroterra. A causa di cambiamenti climatici e delle sempre più frequenti anomalie termiche, come ad esempio estreme ondate di calore o tempeste intense in periodi dell’anno non prevedibili, non è stato più possibile rispettare i periodi stabiliti della manutenzione ed effettuare le operazioni adeguate a garantire il corretto funzionamento dei chiusini. Un problema collaterale alle criticità tradizionali del contesto urbano che necessita di un intervento dell’ente locale. Nulla sarebbe però possibile senza una migliore educazione al decoro urbano e una mentalità di salvaguardia del territorio scevro da ogni campanilismo.

Contenuto correlato