SAN MARCO D’ALUNZIO A SECCO, QUANDO IL POTABILIZZATORE?

ITET "G. Tomasi di Lampedusa", gruppo Filicudi

Era un tranquillo giorno di estate, in pieno luglio con tanto caldo. Quel giorno andai al mare sulla costa, distante dal mio paese solo 20 minuti di motorino, insieme ad amici. La sera appena tornai volevo farmi una doccia ma, aprendo la cornetta della doccia, l’acqua non arrivò. Andai a vedere il serbatoio ed era completamente vuoto, non c’era neanche una goccia di acqua.

E’ solo uno dei tanti episodi che purtroppo accadono nei paesi collinari dei Nebrodi. La carenza d’acqua non permette un adeguato approvvigionamento e i disagi sono notevoli soprattutto nei mesi di Luglio e Agosto.

L’acqua per i cittadini aluntini  è essenziale e purtroppo è un privilegio averla nelle case nel periodo estivo. Purtroppo l’acqua si perde tra i rivoli di una rete idrica vetusta. In aggiunta le  cattive abitudini comportano un enorme spreco con gravi danni per i cittadini e per le piccole attività agricole della mia zona. Ho appreso con molta soddisfazione che il problema in altri comuni, come a Gioiosa Marea e nella frazione di San Giorgio, sia stato risolto con l’impiego del potabilizzatore. Mi chiedo quando nel mio paese di San Marco d’Alunzio sarà risolto il problema dell’approvvigionamento idrico con progetti adeguati di cui necessita il mio territorio. La situazione è molto critica per molti giorni durante l’anno, quindi spero ci sia a breve un netto miglioramento

Contenuto correlato